Ritornerai: Monica Rossi Project, parole in musica che raccontano il femminicidio

image_pdfApri e scarica in PDF

Progetto musicale/teatrale, che parla del femminicidio

Una voce narrante racconta la storia ambientata nel periodo del lockdown, con brani di cantautori genovesi e italiani: De Andrè, Tenco, Fiorella Mannoia, Noemi, Luca Barbarossa, Brunori SAS, Nada, Mia Martini, Bruno Lauzi, Gino Paoli

Monica Rossi Project il 30 aprile alle ore 21, sarà al Teatro Sipario Strappato di Arenzano, insieme a Radio Arenzano e con l’intervento della Dottoressa Francesca Buffa, che a fine spettacolo tratterrà l’argomento della violenza di genere: “Violenza di genere ed il fenomeno del Femminicidio“. Grazie a Matteo Addino secondo coreografo della trasmissione “Il cantante mascherato” di Milly Carlucci, lo spettacolo si arricchirà della la presenza di due ballerini della scuola Naima, che hanno partecipato alla trasmissione di Rai1.

Il progetto RITORNERAI

Sono Monica Rossi, cantante e musicista del gruppo “Monica Rossi Project”. Con le restrizioni dovute al Covid, l’aumento esponenziale delle violenze contro le donne, mi ha fatto nascere l’idea di creare un progetto musicale che racconti il femminicidio. Questo progetto è intitolato “Ritornerai”. “Ritornerai”, è una canzone che si presenta sotto forma di un dialogo interiore di un uomo, che è probabilmente appena stato lasciato dalla sua donna, e che continua con orgoglio ad illudersi che lei ritornerà, pentendosi e accettando le sue condizioni.
Ma il significato di questo bolero ossessivo che caratterizza il pezzo di Lauzi, lo abbiamo voluto vedere sottolineando il carattere seduttivo e disturbante di un amore malato di un uomo mentalmente disturbato, che dopo aver ucciso la sua donna, si crea un film, immaginando che lei senz’altro ritornerà da lui accettando le sue condizioni.


La Canzone “Ritornerai” è stata scelta come il fil rouge di questo racconto. È un viaggio tra i grandi cantautori/ci della storia della musica italiana con arrangiamenti eleganti e raffinati che Vi emozioneranno; è un percorso tra le emozioni del primo incontro, l’amore che nasce per caso, la speranza di una stabilità, per scivolare poi nel profondo della
paura, della brutalità e della violenza e della vigliaccheria delle persone che non vogliono vedere o ascoltare quello che succede all’interno di una famiglia.


Questo progetto musicale ha lo scopo di non mettere le donne contro gli uomini, ma insieme di combattere per eliminare la violenza e la differenza di genere, inserendolo anche all’interno delle scuole.
Ogni brano verrà presentato e raccontato da una voce narrante e suonato da musicisti, con l’intervento di ballerini.
In questo progetto saranno invitati sul palco, presentatori, associazioni contro la violenza sulle donne, criminologi, avvocati, psicoterapeuti creando una situazione di musica e cultura.

Monica Rossi


Il gruppo “Monica Rossi Project” è composto da tre elementi con esperienze diverse tra loro, ma che da anni calcano i palcoscenici:

Monica Rossi

Voce, pianoforte e tastiera. Ha iniziato a suonare ad orecchio all’età di 6 anni per poi andare a scuola di musica a 11 anni. Dopo pochi anni ha formato un gruppo di 7 elementi dove si è esibita in alcune regioni d’Italia. È compositrice iscritta alla Siae. Ha ottenuto un diploma come musicoterapeuta. Ha partecipato a manifestazioni e a diversi festival nazionali ed internazionali (con pubblicazione di cd) come compositrice di brani originali, soprattutto per bambini, classificandosi sempre ai primi posti. Ha inciso a Londra un suo cd di cover. Ha suonato con diversi gruppi nell’ambito genovese. Negli ultimi anni ha collaborato suonando e cantando nel gruppo dei Zena Singers Band, dove si è esibita come cantante, tastierista e percussionista in brani dei cantautori genovesi e con il quale ha inciso un album in diversi teatri della Liguria, Piemonte e Lombardia. Suona e canta con i Plastic Onion Band gruppo che fanno un tributo a John Lennon e ai Beatles. Attualmente collabora anche ad un progetto musicale con il grande chitarrista
Armando Corsi.


Roberto Raneri


Ha studiato violino al conservatorio Paganini il mio maestro era il grande Renato De Barbieri pertanto la mia formazione è classica. Negli anni 70 /80 si è avvicinato alla musica pop rock suonando con vari artisti e formando gruppi musicali . Negli anni 90 ho avuto la possibilità di fare conoscenza con alcuni dei più grandi musicisti del panorama Genovese Giorgio Usai Nico di Palo sono sono tra gli artisti che stimo di più.
HA suonato 10 anni nel locale la Vaschetta precedentemente di proprietà di Pucci dei trilli con il quale ha suonato per alcuni anni. Anche Pippo è stato un grande maestro con il quale ha condiviso serate indimenticabili.
Negli ultimi anni ha avuto l’onore di suonare con una delle donne più rappresentative della musica jazz Federica Tassinari. Con Lei aha creato un coro di musica Gospel.


Andrea Sirianni

Chitarrista. Ha collaborato e collabora con diverse Band: LastTrain, (country rock) dal 2008 a oggi, suona chitarra elettrica, acustica e banjo. Collabora con Monica Rossi, accompagnandola con chitarra acustica ed elettrica in brani cantautoriali e pop. Dal 2017 al 2018 ha suonato con i Foto di Gruppo. Esperienze in formazioni: Bluegrass, banjo, musica Irlandese, chitarra acustica. Fa composizione di brani strumentali di chitarra acustica in fase di pubblicazione presso l’etichetta Klubhouse. Alunno corso avanzato di chitarra elettrica presso Lizard Accademie.


Fabio Massimo Amoroso

Attore, autore, artista, imprenditore.


Fancesca Buffa

Master in Criminologia Clinica e Scienze Psichiatrico Forensi, Pedagogista e Formatrice, master in Pedagogia Clinica. I laureanda in Psicologia . Event Planner, con più 125 eventi in attivo, E’ specializzata, dopo una importante esperienza nei centri di ascolto, in stolking o atti persecutori. e-learning, libera professionista in prestazione energetica.

image_pdfApri e scarica in PDF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.