jll
e
e
e
eee
e e e
Undicesimo Rally delle Valli Genovesi

Pegli Live

Questa mattina Pegli si è svegliata sotto il rombo dei motori.
Dopo le prove che hanno spaccato la giornata dei Santi, oggi si sono tenute le gare ufficiali dell’Undicesimo Rally delle Valli Genovesi, organizzato dall’Officina Sforzini ed in memoria del Padre: 1° Trofeo Memorial ”Nino Sforzini”.
Cinquantasei macchine in tutto, Citroen, Renault, Peugeot, Opel, Fiat, Rover, Suzuki, Subaru, modelli di ieri e di oggi, modificati all’ennesima potenza per sfidare l’Aurelia di Pegli, Pra, Voltri e proseguire verso l’Acquasanta, Mele e Giutte. Un percorso mare e monti, rettilinei e tornanti, che mettono alla prova la potenza dei motori,la bravura delle scuderie nel formare le macchine e nel scegliere i piloti.
Macchine importanti con motori possenti, al punto di Riordino, in Piazza Rapisardi, possiamo sentire i loro rombi, quasi offendono gli orecchi con il loro costante frastuono, non si riconosco neppure i classici quattro tempi del motore, ridotti a due da mani esperte nelle modifiche, mentre i gas di scarico inebriano le nostre narici dell’odore acre della benzina, come se non fosse stata bruciata in carburazione.
Piloti giovani, svegli, motivati, considerevole la presenza delle donne come navigatore, feeling importanti per galvanizzare l’arte della guida, l’alta velocità unita a precisione, i sensi tirati al massimo per non sbagliare, per guadagnare il minuto secondo, per mantenere quel contatto telepatico pilota navigatore macchina, che può portare alla vittoria finale.
L’Officina Sforzini ha regalato al Rally una tappa importante, da tempo tolta nelle programmazioni genovesi, chissà per quale motivo organizzativo ed oggi di nuovo attuale, ma soprattutto ha regalato ai pegliesi una domenica diversa, all’insegna di pesanti HP e di giovani esperti nell’arte della guida.
Un’occasione per sentire Pegli nostra, per viverla nella semplicità di una corsa che ci ha fatto sentire vivi, nel ricordo del bambino che sgrana gli occhi di fronte a quei bolidi della strada e nel sorriso di suo padre, che per un giorno è tornato bambino.
Grazie ragazzi
Gianluca Albani

 


           



HOME

                     

 

 

 

 

 

 

 

    

 

 

 

jold
Pegli ieri e oggi
navebus
il Branco