Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

 

 

 

 

Al McDonald’s del c/c Fiumara
premiata la Scuola Rizzo Alessi di Genova

La scuola è tra le 46 premiate in tutta Italia dal concorso “McDonald’s premia la scuola”,
il cui montepremi complessivo è di 250 mila euro

13 gennaio 2016 – Grazie a “Punti che contano”, del progetto “McDonald’s premia la scuola”, la Scuola Rizzo Alessi di Genova è stata premiata oggi con un kit didattico e tecnologico del valore di 8.000 euro per il miglior elaborato sul tema: “Come possiamo far vivere, anche dopo la fine di Expo 2015, le idee e i valori di questa grande manifestazione?
La premiazione è avvenuta presso il McDonald’s del centro commerciale Fiumara, dove una rappresentanza dell’Istituto composta dai ragazzi della II^ e III^ C Tempo prolungato, accompagnati dalle loro insegnanti e dalla Dirigente Scolastica Iris Alemano, ha ritirato dalle mani del Licenziatario McDonald’s di Genova Filippo Parodi, un simbolico assegno di 8.000 euro che verranno utilizzati per l’acquisto di materiale didattico e tecnologico, tra cui anche alcune lavagne interattive multimediali.
“McDonald’s premia la scuola” è un progetto sviluppato lungo i sei mesi di Expo 2015 e volto a sostenere la scuola italiana con un montepremi complessivo di 250.000 euro. Il concorso ha coinvolto 22.000 scuole italiane primarie e secondarie di secondo grado.
Il progetto McDonald’s si è articolato in tre iniziative: “Punti che contano”; “Idee che valgono”, che ha premiato sei scuole”;In Gita ad Expo”, che ha regalato a 30 alunni della scuola media di Lamporecchio, in provincia di Pistoia, un viaggio premio di due giorni per visitare Expo Milano 2015.
Dopo la premiazione, gli studenti hanno potuto visitare tutta la struttura del ristorante accompagnati dal personale che ha illustrato loro le varie tecniche di preparazione dei piatti e l’organizzazione interna; Parodi ha poi risposto alle domande poste dai ragazzi sottolineando l’attenzione posta al massimo rispetto delle norme igienico-sanitarie e all’operare con il minimo spreco alimentare possibile. Il successivo momento conviviale offerto loro, ha poi concluso la giornata.

 

 

LINKS